nastri radianti

ING srl ha da poco ultimato i lavori di progettazione degli impianti meccanici ed esecuzione delle opere impiantistiche per la realizzazione di un nuovo sito produttivo industriale riscaldato con nastri radianti.progettazione impianti meccanici ed elettrici

Il sito produttivo industriale, già esistente, è composto da un capannone destinato ad area produttiva con annessa palazzina uffici di due piani fuori terra. L’area produttiva è stata completamente riqualificata in funzione delle nuove esigenze aziendali, mentre la palazzina uffici è stata oggetto di profonda ristrutturazione ed ampliamento.

Le esigenze specifiche dovute alle tipologie di lavorazione e al layout produttivo stabilito dal cliente, oltre ad alcuni vincoli strutturali posti in essere dall’architettura esistente, sono state le maggiori difficoltà da affrontare in fase progettuale per una corretta integrazione edificio-impianto.

Linee guida del progetto di riqualificazione

La tipologia di struttura, suddivisa in reparto produttivo e palazzina uffici, comporta diverse esigenze relativamente all’impianto di riscaldamento e climatizzazione. Per il riscaldamento del capannone è stata adottata la soluzione dei nastri radianti mentre per gli uffici è stato realizzato un impianto di climatizzazione costituito da una pompa di calore.

La pompa di calore, posta in copertura, è del tipo reversibile aria/acqua, è dotata di ventilatori assiali e compressori scroll. Le unità terminali in ambiente sono ventilconvettori canalizzati in controsoffitto e terminali idronici a parete in funzione della destinazione d’uso. La pompa di calore installata garantisce l’ottentimento di elevati valori di efficienza e risparmio energetico.

A servizio della palazzina uffici è stato inoltre installato un recuperatore di calore a flussi incrociati ad alta efficienza, conforme alla Direttiva ErP 125/2009/CE e al regolamento UE 1253/2014. Tale soluzione consente di ottenere un elevato comfort degli ambienti (uffici, spogliatoi, servizi igienici/docce) grazie al benessere termoigrometrico ottenuto. Il recuperatore di calore a flussi incrociati, inoltre,  garantisce ottime prestazioni in termini di efficienza energetica.

Oltre al riscaldamento e alla climatizzazione sono state eseguite anche opere impiantistiche complementari quali la nuova linea gas per l’alimentazione delle unità di combustione dei nastri radianti, l’impianto dell’aria compressa e l’impianto aeraulico di aspirazione.

Come funzionano i nastri radianti

Nastri radianti denominati anche condotte radianti

Nastri radianti

I nastri radianti, definiti anche condotte radianti o tubi radianti, sono sistemi di riscaldamento ad irraggiamento che consentono il riscaldamento di locali ampi, garantendo contestualmente comfort ambientale, risparmio energetico e sicurezza. La principale applicazione di questa tipologia d’impianto sono i locali con elevate altezze, quali ad esempio capannoni e siti industriali, spazi commerciali e centri sportivi.

I nastri radianti sfruttano la diffusione del calore per irraggiamento (simile a quella solare). Sono costituiti da una tubazione metallica (solitamente a forma di “U”) all’interno della quale viene fatto ricircolare, mediante un ventilatore, un fluido vettore termico a temperatura variabile costituito in parte da gas combusti, di ritorno dal circuito, che si miscelano con nuovi gas combusti prodotti dall’unità di combustione.

L’unità di combustione genera il calore mediante un bruciatore gas metano ad aria soffiata. Dal punto di vista della sicurezza, è molto importante poi rilevare che l’unità di combustione, la miscelazione dei gas combusti, la presa dell’aria comburente e lo scarico dei fumi avvengono all’esterno.

Unità di combustione per nastri radianti

Unità di combustione

Il riscaldamento della superficie dei nastri radianti, in funzione delle esigenze, ha una temperatura variabile trai 120 e i 290 °C. Sopra di essi viene posizionato uno schermo riflettente metallico che permette di emettere un flusso termico radiante verso il basso.

I condotti radianti vengono installati a circa 5 metri da terra per evitare eccessivo surriscaldamento all’altezza della testa degli utenti. Il funzionamento per irraggiamento impedisce la formazione di stratificazioni di calore nella parte alta del capannone. Questa soluzione permette un’elevata flessibilità di utilizzo grazie alla possibilità di direzionare la diffusione del calore, riscaldando solo le zone occupate o di interesse, pur essendo in uno spazio completamente aperto.

Comfort climatico, risparmio ed efficienza energetica, riduzione dell’impatto ambientale: Obiettivi costantemente perseguiti da ING srl

Da sempre ING srl ha nella sua ottica l’utilizzo di fonti rinnovabili e la scelta di soluzioni e tecnologie volte alla massima riduzione dell’impatto ambientale (e le emissioni in atmosfera). Queste scelte tuttavia, devono coniugarsi al meglio con le esigenze di una committenza che necessita di ottenere dagli impianti elevate prestazioni, flessibilità di utilizzo e comfort ambientale. Inoltre, i costi di gestione e manutentivi devono essere il più possibile ridotti, magari sfruttando anche le specifiche detrazioni fiscali disponibili.

In questo progetto ING srl, operando in sinergia con le altre figure professionali coinvolte nella progettazione, è riuscita a proporre impianti perfettamente integrati nella struttura, quindi ergonomicamente funzionali ma energeticamente ed economicamente sostenibili.

La filosofia progettuale per questo intervento è stata quindi orientata all’utilizzo di soluzioni tecnologiche e prestazionali, quali ad esempio la pompa di calore con elevati valori di COP e EER, il ventilconvettore e i terminali idronici dotati di inverter e recuperatore di calore dell’aria di espulsione.

Dati prestazionali dell’intervento di riqualificazione:

  • Pompa di calore: Potenza Termica 33,95 kW (COP 3,33) – Potenza Frigorifera 31,47 kW (EER 3,10)
  • Ventilconvettore: Potenza Termica 5,74 kW – Potenza Frigorifera 2,92 kW
  • Terminali idronici: Potenza Termica 4,36 kW – Potenza Frigorifera 2,08 kW
  • Recuperatore di calore:
    • Portata aria 1900 mc/h
    • Efficienza di recupero 90,5 % (In condizioni umide alla portata nominale: aria esterna a -10°C 90% UR, aria ambiente a 20°C 60% UR) – Potenza recuperata 17280 W
    • Efficienza di recupero 80 % (In condizioni secche alla portata nominale: aria esterna a 5°C, aria ambiente a 25°C)
  • Nastri radianti:
    • Potenza termica totale installata: 780 kW
    • Unità di combustione (n. 4): Potenza termica 230 kW – 190 kW – 170 kW – 190 kW

Lo staff tecnico di ING srl è a disposizione per qualsiasi informazione relativa alla progettazione degli impianti meccanici, elettrici o speciali di un sito produttivo industriale, in caso di necessità contattaci