Senza titolo-1L’ eco-bonus previsto per le ristrutturazioni edilizie e per gli interventi di messa in sicurezza sismica della propria abitazione e degli immobili si ampliano ancora e offrono nuove opportunità per usufruire del credito d’imposta maturato con il Fisco.
L’Erario ricorre così allo strumento della cosiddetta cessione del credito (la possibilità di scambiare il diritto al rimborso maturato come sconto fiscale sulle spese sostenute, fra il 65% e l’85%, con le imprese che hanno realizzato i lavori) non solo per agevolare nuovi interventi ordinari, ma in particolare per favorire sempre più la riqualificazione dei grandi immobili, a cominciare dai condomini, particolarmente vetusti e quindi molto energivori, e dai palazzi.
La novità introdotta per questo strumento, la cessione del credito (introdotto nel 2017), riguarda la sua applicazione:
il Fisco ora allarga la possibilità di cessione della detrazione fiscale spettante finora a tutti gli interventi di riqualificazione energetica agevolati, effettuati anche su singole unità immobiliari, anche alle detrazioni per gli interventi antisismici; può inoltre essere ceduto anche a favore del consorzio o della rete di imprese di cui è parte l’azienda che ha realizzato i lavori.
È anche possibile, infine, cedere il proprio credito maturato direttamente alle aziende sub-appaltatrici o alle imprese che hanno fornito i materiali utilizzati per realizzare l’intervento.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/ING-eco.bergamo-2019-1.pdf