Mio figlio , residente presso l’abitazione di famiglia e incluso nello stato di famiglia, vorrebbe acquistare un appartamento, che necessita di interventi di ristrutturazione. Se i lavori di ristrutturazione fossero pagati interamente dai genitori, loro potrebbero godere delle detrazioni fiscali? Il figlio intende poi trasferire la residenza nell’appartamento alla fine dei lavori.

La risposta è affermativa. I genitori che sostengono le spese acquistano il diritto alla detrazione, in quanto familiari conviventi con il figlio proprietario della casa oggetto di intervento. Gli stessi conservano il diritto alla detrazione sino alla scadenza del decennio, anche in caso di cessazione dello stato di convivenza per trasferimento della residenza del figlio nella casa acquistata e ristrutturata. L’importante è che, fino all’ultimazione dei lavori, il figlio conviva con i genitori.