Sostituirò l’attuale caldaia in classe C del mio appartamento, con una caldaia tradizionale in classe energetica B come riscaldamento e in classe A come produzione di acqua sanitaria. Ho diritto a fruire delle detrazioni fiscali? Non trattandosi di una caldaia a condensazione sono esonerato dalla comunicazione all’Enea?

La sostituzione della caldaia con un’altra, anche non a condensazione e non in classe A, è comunque un intervento di manutenzione straordinaria che, se eseguito su edificio residenziale, fruisce della detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Il certificato del produttore della caldaia, e eventualmente una certificazione dell’installatore, è sufficiente ad attestare il miglioramento dell’impianto rispetto al preesistente.

La comunicazione all’Enea va comunque inviata tramite il sito per la trasmissione dei dati relativi agli interventi edilizi e tecnologici, per i quali è ammessa la detrazione Irpef del 50%.