Mio figlio possiede un fabbricato classificato come rimessa, adiacente alla sua abitazione. Vorremmo ristrutturarlo e renderlo abitabile. Se facessimo un contratto di comodato gratuito tra me e mio figlio , potrei effettuare io i lavori di ristrutturazione sul fabbricato, godendo delle relative detrazioni?

La risposta è affermativa. Le detrazioni per interventi di ristrutturazione e per gli interventi di risparmio energetico spettano anche al comodatario, se il contratto di comodato è stipulato e registrato prima dell’inizio dei lavori.
Ovviamente è necessario il permesso del proprietario a eseguire gli interventi.
Le fatture dovranno essere intestate al comodatario e pagate da quest’ultimo con bonifico bancario o postale.