detrazioni fiscali ristrutturazione

You Are Here: Home / Archives / Tag / detrazioni fiscali ristrutturazione

Caldaia non in classe A beneficia detrazione del 50%

Categories:

Sostituirò l’attuale caldaia in classe C del mio appartamento, con una caldaia tradizionale in classe energetica B come riscaldamento e in classe A come produzione di acqua sanitaria. Ho diritto a fruire delle detrazioni fiscali? Non trattandosi di una caldaia a condensazione sono esonerato dalla comunicazione all’Enea?

La sostituzione della caldaia con un’altra, anche non a condensazione e non in classe A, è comunque un intervento di manutenzione straordinaria che, se eseguito su edificio residenziale, fruisce della detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Il certificato del produttore della caldaia, e eventualmente una certificazione dell’installatore, è sufficiente ad attestare il miglioramento dell’impianto rispetto al preesistente.

La comunicazione all’Enea va comunque inviata tramite il sito per la trasmissione dei dati relativi agli interventi edilizi e tecnologici, per i quali è ammessa la detrazione Irpef del 50%.

Detrazione del 50% per porte scorrevoli a scomparsa

Categories:

Stiamo ristrutturando la nostra abitazione e, tra i vari lavori, andrà realizzata una parete divisoria fissa, con porta in vetro scorrevole. Le spese per la porta in vetro scorrevole possono fruire della detrazione al 50% o solo del bonus mobili?

Tutti i lavori edili per la ristrutturazione dell’abitazione, compresi quelli per la realizzazione della parete divisoria fissa, fruiscono della detrazione del 50% per gli interventi di ristrutturazione.

Nel vostro caso, anche le porte scorrevoli a scomparsa usufruiscono della stessa detrazione, poiché la loro installazione comporta lavori edili e la porta risulta accessoria all’intervento edile.

Negli altri casi, per l’acquisto delle porte interne, anche scorrevoli, si rende applicabile il bonus mobili (detrazione del 50% sino a 10mila euro).

Detrazioni fiscali ed ecobonus 2019

Categories: Tags:

ecobonus 2019La Legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145, pubblicata sulla G.U. Serie Generale n. 302 del 31 dicembre 2018) ha prorogato al 31 dicembre 2019 le detrazioni al 65% per riqualificazione energetica degli edifici, le detrazioni al 50% per impianti di climatizzazione invernale, per gli interventi di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici.

Inoltre, è stata prorogata per il 2019 la detrazione Irpef del 36% per gli interventi, con valore massimo di Euro 5.000, di sistemazione di giardini e terrazzi (bonus verde).

read more →

Detrazioni fiscali per ampliamento casa

Categories: Tags:

Buongiorno,
ho intenzione di effettuare una ristrutturazione con riqualificazione energetica del mio immobile, prevedendo anche un suo ampliamento. La detrazione del 65% è prevista sia per la parte esistente che per quella nuova?

Nel caso di ristrutturazione di un immobile senza demolizione e con ampliamento della volumetria, la detrazione sarà ammessa unicamente per le spese riferibili alla parte esistente, in quanto l’ampliamento viene considerato “nuova costruzione”.

Dovranno, pertanto, essere presenti distinte fatture relative alla ristrutturazione rispetto a quelle relative all’ampliamento, poiché solo le prime potranno essere portate in detrazione.

Nel caso invece in cui vi sia una demolizione completa dell’immobile e una conseguente nuova costruzione con ampliamento non competerà alcuna detrazione, in quanto l’intervento nel suo complesso sarà considerato come una “nuova costruzione”.

Detrazioni fiscali sostituzione termosifoni

Categories: Tags:

Buongiorno,
devo sostituire i termosifoni del mio appartamento condominiale. Posso beneficiare di qualche detrazione fiscale?

In caso di sostituzione di termosifoni esistenti, se non si esegue nessun altro intervento, le spese sostenute possono beneficiare della detrazione fiscale del 50% sulle ristrutturazioni edilizie.
Ciò è possibile sia per interventi eseguiti sulle singole unità abitative che su parti condominiali. L’Agenzia delle Entrate specifica a tal proposito che risulta indifferente se si installano elementi uguali o diversi rispetto ai precedenti.