Dal 2030 obbligo pannelli fotovoltaici per i nuovi edifici residenziali

Dal 2030 obbligo pannelli fotovoltaici per i nuovi edifici residenziali

Per contrastare la crisi energetica, la Commissione Europea lancia il piano REPowerEU, un pacchetto di misure che prevede investimenti per oltre 200 miliardi. Non solo fotovoltaico e pannelli solari, il piano punta anche ad un aumento della produzione di idrogeno rinnovabile nell’Unione Europea.

L’intenzione della Commissione è quella di contrastare l’aumento dei prezzi dell’energia in Europa, quindi migliorare gli stoccaggi di gas in vista delle stagioni fredde e rendere l’Europa indipendente dai combustibili fossili russi prima del 2030.

L’obiettivo è accelerare la transizione verde, snellendo gli iter autorizzativi per le rinnovabili in modo da diversificare l’approvvigionamento di energia e garantire un maggiore risparmio energetico.

La Commissione mira con il Progetto REPowerEU a:

  • Portare lo stoccaggio del gas all’80% della capacità entro il 1° novembre 2022;
  • Aumentare la produzione di biometano per ridurre le importazioni di gas;
  • Realizzare progetti nel settore dell’energia solare ed eolica unita alla diffusione dell’idrogeno rinnovabile.

A lungo termine l’UE intende:

  • aumentare dal 40% al 45% l’obiettivo europeo per le energie rinnovabili per il 2030;
  • ottenere 17,5 GW di elettrolizzatori entro il 2025 per alimentare l’industria dell’UE con una produzione interna di 10 milioni di tonnellate di idrogeno rinnovabile;
  • l’innalzamento dal 9% al 13% dell’obiettivo dell’UE in materia di efficienza energetica/risparmio energetico per il 2030;
  • nuovi piani REPowerEU nazionali nel quadro del fondo per la ripresa e la resilienza modificato per sostenere investimenti e riforme del valore di 300 miliardi di euro.

Obbligo pannelli dal 2030 e raddoppio pompe di calore

Tra le misure previste dal piano REPowerEU c’è quella che riguarda l’obbligo di copertura solare per gli edifici commerciali e pubblici a partire dal 2025 e per i nuovi edifici residenziali a partire dal 2030.

L’investimento nelle energie rinnovabili punta ad un aumento dell’obiettivo per il 2030 dal 40% al 45% di energia rinnovabile e per poterla raggiungere occorre raddoppiare la capacità solare fotovoltaica entro il 2025 e installare 600 GW entro il 2030.

Per agevolare l’installazione di impianti eolici e fotovoltaico, la Commissione Europea in accordo con gli Stati membri definiranno specifiche aree geografiche dove installare.

Tra gli obbiettivi da raggiungere rientra il raddoppio del tasso di diffusione delle pompe di calore e sono previste misure per integrare l’energia geotermica e solare termica nei sistemi di teleriscaldamento e comunali.