L’Esperto Risponde

You Are Here: Home / Archives / Category / L’Esperto Risponde

Fotovoltaico pannelli coibentati

Categories: Tags:

Salve, volevo chiedervi un informazione, vorrei realizzare sia l’impianto fotovoltaico che una tettoia in terrazzo, mi chiedevo esistono già i pannelli coibentati con impianto fotovoltaico assemblato?
 

Buongiorno,la ringraziamo per la richiesta
Esistono soluzioni con pannello coibentato che ha integrato il modulo fotovoltaico.
Trattasi però di soluzioni industriali che poco si adattano alle abitazioni residenziali.
Le segnalo che realizzare una pensilina con pannelli sandwich di copertura comporta la costituzione di volumetria pertanto è necessario effettuare una valutazione tecnica sull’ itere autorizzativo e sul piano regolatore del suo comune.
Se interessato ad una soluzione simile le consigliamo di valutare l’abbinamento sia di lamiera coibentata che di modulo fotovoltaico non integrati tra di loro ma studiati opportunamente insieme per realizzare un impianto esteticamente piacevole e con un costo sicuramente inferiore.

Rimaniamo a disposizione.

Sostituzione stufa a pellet con pompa di calore

Categories:

Buongiorno, è possibile accedere al conto termico 2.0 sostituendo una stufa ( non caldaia) a pellet idro collegata ai termosifoni con una pompa di calore di potenza termica ovviamente inferiore?

Buongiorno, le confermiamo che è possibile sostituire una stufa a pellet con una pompa di calore.

Il conto termico prevede infatti che:

L’intervento incentivabile consiste nella sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti in edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, con impianti di climatizzazione invernale di potenza massima inferiore o uguale a 2.000 kWt 21 dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica

Si parla di impianto di climatizzazione pertanto vi deve essere un generatore esistente dotato di targa impianto e libretto. Sarà molto importante richiede all’installatore che di premuri di effettuare di foto del generatore esistente, foto della targa e consegnarvi il certificato di smaltimento.

Ricordiamo che il contributo viene calcolato in funzione della potenza della pompa di calore scelta. La macchina che andrete ad installare dovrà avere il certificato di compatibiltà con il conto termico.

Qualora vi fossero dubbi o approfondimenti siamo a disposizione!

Detrazione fiscale condizionatori

Categories: Tags:

Buongiorno, dovrei installare dei nuovi condizionatori (Daikin A+++ a pompa di calore) in un appartamento di condominio, dove ho cambiato anche gli infissi, dotato di impianto di riscaldamento centralizzato (con valvole e contabilizzatori).
Utilizzerei i condizionatori anche per riscaldamento. Per i costi di installazione e condizionatori, potrei usufruire delle detrazioni fiscali ENERGETICHE? Grazie mille, Saluti

Buongiorno, una delle condizioni inderogabili per poter accedere alle detrazioni fiscali relative al risparmio energetico per le pompe di calore è che venga effettuata la sostituzione di un generatore.
Quindi, nel suo caso se ho ben capito, il suo nuovo impianto in pompa di calore è detraibile se (e solo se) è stato rimosso un vecchio impianto pre-esistente in pompa di calore o un impianto di riscaldamento.

Cessione credito lavori condominiali

Categories: Tags:

Salve, la cessione del credito per interventi condominiali rientranti nell’Ecobonus 50% (sostituzione caldaia) è rimasta in vigore?

Per le spese sostenute per interventi condominiali di riqualificazione energetica è sempre possibile cedere un credito pari alla detrazione spettante. La cessione può essere disposta in favore dei fornitori che hanno effettuato gli interventi o di altri soggetti privati.
I condomini che, nell’anno precedente a quello di sostenimento della spesa, risultano soggetti incapienti, possono cedere il credito anche a istituti di credito e intermediari finanziari.

Bonus facciate 2020

Categories: Tags:

Buongiorno, potete darmi qualche chiarimento su modalità e adempimenti necessari per ottenere le agevolazioni previste per il bonus facciate?

Di seguito i principali adempimenti per usufruire dell’agevolazione fiscale prevista dal bonus facciate, introdotto dalla legge di bilancio 2020:

  • obbligo di effettuare il pagamento con bonifico bancario o postale
  • invio all’Enea, entro 90 giorni dal termine dei lavori, di una scheda descrittiva, solo per gli interventi influenti dal punto di vista termico o che interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio
  • comunicazione preventiva all’Asl di competenza, se prevista dalla normativa sulla sicurezza dei cantieri
  • indicazione in dichiarazione dei redditi dei dati catastali identificativi dell’immobile.

Occorre, inoltre, conservare i documenti inerenti gli interventi realizzati, quali fatture, ricevute bonifico, abilitazioni amministrative, delibera assembleare e tabella millesimale per i lavori condominiali …

Bonifico per ristrutturazione

Categories: Tags:

Salve, per usufruire delle detrazioni per lavori di ristrutturazione edilizia, posso pagare l’impresa con un bonifico da un conto corrente bancario a me non intestato?

Per poter usufruire delle agevolazioni sulle ristrutturazioni edilizie è necessario effettuare il pagamento dei lavori eseguiti con bonifico bancario o postale.
Dallo stesso deve risultare la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e i dati del soggetto (impresa) a favore del quale il bonifico è stato effettuato (numero di partita Iva o codice fiscale).
Il beneficiario della detrazione può anche essere un soggetto diverso dall’ordinante il bonifico e pertanto può non essere intestatario del conto corrente.

Puffer accumulo per autoconsumo

Categories: Tags:

Salve, vi vorrei sottoporre una domanda per quanto riguarda l’autoconsumo in esubero che avrò, sicuramente, con la produzione del mio impianto fotovoltaico da 5.2 kw (sovradimensionato in funzione di un acquisto prossimo di una pompa di calore per riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria). Per l’autoconsumo è possibile momentaneamente istallare un puffer di accumulo?

Buongiorno, riscaldare il puffer con il fotovoltaico è assolutamente possibile e fattibile. Nei sistemi che progettiamo prevediamo resistenze con relé per massimizzare l’autoconsumo.
La sua idea di sovradimensionare l’ impianto in vista di una pompa di calore è stata corretta.
Questo le consente nel breve termine di avere un unico impianto e non eventualmente due sezioni come avrebbe dovuto avere nel caso di un successivo potenziamento.
Per fornirvi dei valori attendibili per una pompa di calore servono ulteriori informazioni, meglio se possiamo avere la planimetria, i consumi mensili di energia elettrica e gas, le persone residenti, e meglio ancora se ha con se la legge10 redatta dal professionista per dimensionare il fabbisogno termico della sua abitazione e pertanto consentirci di abbinare al meglio la pompa di calore.
In base ai valori che poi usciranno valuteremo se procedere con un sistema combinato pompa di calore per acs e riscaldamento oppure mantenere i due sistemi separati con eventuale integrazione per l’acqua sanitaria.

Abrogazione sconto in fattura per ecobonus

Categories: Tags:

Buongiorno, ho da poco effettuato un intervento di riqualificazione energetica per la mia abitazione. È ancora possibile chiedere lo sconto in fattura?

Dal 1 gennaio 2020 è stato abrogato lo sconto in fattura dell’ecobonus e sismabonus. La possibilità di fruire dello sconto rimarrà senza limitazioni per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2019. In questo caso la relativa comunicazione dovrà effettuata entro il 28 febbraio 2020.
La Legge di Bilancio 2020 (Legge n. 160/2019) ha invece confermato lo sconto in fattura, per interventi di ristrutturazione per le parti comuni di edifici condominiali di importo pari o superiori a 200.00 euro.

Bonifico estero per riqualificazione energetica

Categories: Tags:

Buongiorno, vorrei usufruire della detrazione per riqualificazione energetica edificio. È possibile fruire della detrazione qualora i lavori vengano eseguiti da una ditta residente all’estero? Come devo fare il pagamento se la ditta non ha un conto in Italia? Quali dati dovrei indicare sul bonifico?

Quando il destinatario del bonifico non è residente e non ha un conto in Italia, il pagamento deve essere effettuato con bonifico (bancario o postale) internazionale, sul quale vanno indicati il codice fiscale di chi beneficia della detrazione e la causale del versamento.
Inoltre, va riportato il codice identificativo della ditta estera eventualmente attribuito dal Paese di residenza, che sostituisce il numero di partita Iva o il codice fiscale che è necessario indicare nei bonifici a favore di soggetti residenti in Italia.
La ricevuta del bonifico deve essere conservata insieme agli altri documenti richiesti per usufruire della detrazione.

Bonus facciate ed ecobonus

Categories: Tags:

Buongiorno, la detrazione prevista dal bonus facciate è cumulabile con l’agevolazione per la riqualificazione energetica degli edifici (ecobonus)?

Come precisato dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 2/20, se un intervento è ammesso al bonus facciate e rientra anche tra quelli di riqualificazione energetica o tra quelli di recupero del patrimonio edilizio, per le stesse spese il contribuente potrà usufruire di una sola detrazione.
Qualora, invece, vengano effettuati interventi distinti sull’involucro riconducibili a diverse agevolazioni, si potrà usufruire di entrambe a condizione che le spese riferite ai due diversi interventi siano contabilizzate distintamente e siano rispettati gli adempimenti specificamente previsti in relazione a ciascuna detrazione.
Infine, il bonus facciate non è cumulabile con la detrazione che spetta a coloro che sono obbligati alla manutenzione, protezione o restauro dei beni vincolati in base alle disposizioni del Codice dei beni culturali e del paesaggio.