L’Esperto Risponde

You Are Here: Home / Archives / Category / L’Esperto Risponde

Conto termico privati

Categories: Tags:

Buongiorno, quali interventi sono ammessi per il Conto Termico 2019 per i soggetti privati?

Vengono ammessi al bonus incentivi Conto Termico 2.0 2019 gli impianti di piccole dimensioni per la produzione di energia termica e gli interventi per il risparmio energetico.
Per soggetti privati il GSE intende le persone fisiche, i condomini, i soggetti titolari di reddito d’impresa o agrario.

  • Pompe di calore, sia per la climatizzazione che per la produzione di acqua calda ad uso sanitario.
  • Caldaie, termocamini a biomassa, stufe a pellet e simili
  • Sistemi ibridi a pompe di calore
  • Impianti solari termici e termodinamici

Detrazioni fiscali e Conto termico

Categories: Tags:

Buongiorno, potreste spiegarmi in breve la differenza tra detrazioni fiscali e Conto termico?

Le detrazioni fiscali fino al 65% sono lo strumento che permette di rientrare di una percentuale dell’investimento sostenuto per un determinato intervento attraverso la dichiarazione dei redditi (detrazione IRPEF). La detrazione viene restituita in 10 quote annuali di pari importo. Essendo legata alle disposizioni delle leggi Finanziarie, la detrazione fiscale e la sue percentuali di rimborso vengono stabilite anno per anno.

Il Conto Termico incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili (pompa di calore, caldaie e stufe a biomasse, solare termico, scalda acqua a pompa di calore, …). Il Conto Termico prevede incentivi che variano dal 40% al 65% della spesa sostenuta.
Gli incentivi sono corrisposti dal GSE nella forma di rate annuali costanti della durata compresa tra 2 e 5 anni, a seconda della tipologia di intervento e della sua dimensione, oppure in un’unica soluzione, se l’importo del beneficio complessivamente riconosciuto non supera i 5.000 euro (modalità accesso diretto per privati).

Caldaia a biomasse + pannelli solari

Categories: Tags:

Buongiorno, se uso una caldaia a legna, pellet o cippato posso integrare l’impianto con pannelli solari?

Assolutamente sì. Nel caso di caldaie a biocombustibili legnosi viene sempre previsto un accumulo inerziale, che non è altro che un serbatoio d’acqua coibentato che serve per accumulare acqua calda che poi verrà rilasciata al momento del bisogno.
Questo stoccaggio di acqua calda può essere condiviso anche con altre fonti di generazione di calore, quali ad esempio pannelli solari, pompe di calore o altre caldaie già esistenti.

Impianto geotermico con termosifoni

Categories: Tags:

Buongiorno, vorrei realizzare un impianto geotermico a servizio della mia abitazione. È sempre realizzabile? Nel caso è utilizzabile anche con i termosifoni tradizionali?

In linea generale un impianto geotermico può essere installato su qualsiasi terreno a servizio di abitazioni individuali, purché vi sia un’area sufficiente per la posa delle sonde geotermiche e la macchina trivellatrice possa accedere al sito.
L’impianto geotermico è utilizzabile con termosifoni tradizionali, fancoils, termoconvettori o impianti radianti a pavimento, parete o soffitto.
L’impianto geotermico non richiede l’installazione di una caldaia di supporto e garantisce la completa autonomia senza integrazioni con gas o gasolio.

Fotovoltaico in montagna

Categories: Tags:

Buongiorno, vorrei installare un impianto fotovoltaico a servizio della mia baita in montagna a 1.700 m s.l.m. È realizzabile?

Certamente. I pannelli fotovoltaici hanno un’ottima resa anche a temperature rigide e sono testati e certificati per climi freddi.
Con alcuni accorgimenti tecnici, per impianti installati a regola d’arte e che soddisfano i requisiti di inclinazione ed esposizione ottimali, è possibile ottenere rendimenti equivalenti o addirittura superiori all’installazione in pianura.

Pompa di calore + fotovoltaico

Categories: Tags:

Buongiorno, è possibile abbinare il solare e il fotovoltaico alla Pompa di calore?

Associare un impianto fotovoltaico a una pompa di calore consente di produrre l’energia elettrica che servirà ad alimentare la pompa di calore e rappresenta pertanto una soluzione ideale che può rendere autosufficienti.
L’integrazione con il solare termico andrebbe valutata caso per caso, ma in generale non comporta un notevole risparmio poiché già la pompa di calore consente la produzione di acqua calda a un costo molto basso.

Dove installare impianto fotovoltaico

Categories: Tags:

Buongiorno, vorrei installare un impianto fotovoltaico a servizio della mia villetta. Dove dovrebbe essere installato e quanto spazio potrebbe occupare?

L’installazione dei moduli fotovoltaici può essere fatta sopra il tetto (i pannelli solari sono fissati con un telaio), integrato nel tetto (i pannelli solari sono integrati nel tetto stesso), sulla facciata, montati a terra, nel terrazzo o balcone.
Sarà il tecnico progettista in sede di sopralluogo a verificare il luogo più adatto all’installazione, sulla base di vari elementi quali la corretta esposizione (a Sud) e l’inclinazione della superficie dei moduli (30-35° gradi).
Lo spazio necessario per l’impianto varia a seconda del tipo di pannello usato, della tecnologia utilizzata, della potenza generata da ogni pannello fotovoltaico.
Ad esempio, se realizziamo un impianto con potenza nominale pari a 1 kWp (un chilowatt di picco) con moduli fotovoltaici in silicio monocristallino o policristallino occuperà circa 8 metri quadrati; se utilizziamo moduli in silicio amorfo, l’impianto occuperà, invece, circa 20 metri quadrati.

Pompa di calore piscina

Categories: Tags:

Buongiorno, vorrei scaldare l’acqua della mia piscina per poterla utilizzare anche nei mesi primaverili e autunnali. Che soluzione mi consigliate?

Fra le varie soluzioni possibili, Le consigliamo la pompa di calore.
Oltre al minimo ingombro e alla bassa rumorosità, la pompa di calore consente un basso consumo energetico e permette di mantenere la temperatura dell’acqua costante anche in caso di sbalzi termici.
È possibile scaldare la piscina sia con un impianto dedicato, sia utilizzare quello a servizio dell’abitazione (nei periodi in cui la PPC non viene utilizzata per il riscaldamento / raffrescamento degli ambienti interni).
In base al volume d’acqua sarà il tecnico a consigliare l’impianto adeguato considerando anche le caratteristiche dell’ambiente in cui la piscina è installata.

Bonus mobili ed elettrodomestici

Categories: Tags:

Se le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici sono sostenute prima di quelle per la ristrutturazione, è possibile usufruire del bonus mobili?

Sì, a condizione che siano stati già avviati i lavori di ristrutturazione dell’immobile cui questi beni sono destinati.

In altri termini, la data di inizio lavori deve essere anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, ma non è necessario che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’abitazione.

Detrazioni fiscali in caso di vendita appartamento

Categories: Tags:

Buongiorno,
4 anni fa ho ristrutturato il mio appartamento. Se lo dovessi vendere, perderei le detrazioni?

La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Nei casi in cui l’immobile venga venduto prima dei 10 anni le quote residue delle detrazioni fiscali si trasferiscono automaticamente all’acquirente, a meno che non ci sia un accordo diverso tra le parti, da segnalare nel rogito.