ING informa

You Are Here: Home / Archives / Category / ING informa

Sonnenschiff a Friburgo, un intero quartiere fotovoltaico

Categories: Tags:

quartiere fotovoltaicoA Friburgo, città sostenibile e capitale ecologica della Germania, esiste un quartiere che produce energia quattro volte in più rispetto a quella che consuma, grazie all’ottimizzazione dell’efficienza energetica e all’uso consistente di pannelli fotovoltaici.

È il quartiere di Sonnenschiff, progettato dalla Rolf Dish Solar Architektur, fra il 2003 e il 2006.

Composto da 58 case a schiera immerse nel verde, costruite con materiali ecologici e riciclabili, l‘intero quartiere è alimentato da sistemi fotovoltaici.

Le residenze si sviluppano su due piani fuori terra, più un locale mansardato che da l’accesso al terrazzo sul lato nord. I locali “caldi” sono stati posti sul lato sud, lasciando a nord la cucina e i servizi; il piano terra, un open space, ospita il soggiorno con diretto accesso al giardino, mentre, al primo piano, si trovano le camere. All’ultimo piano, nel sotto tetto, alcuni hanno pensato ad uno spazioso studio da più di 20 m2, adattabile a stanza per gli ospiti.

La particolare sezione è studiata per favorire i guadagni solari durante l’inverno e proteggere la facciata durante l’estate. La copertura e il balcone al primo piano funzionano da schermatura fissa.

Le case possiedono un isolamento termico molto efficiente ed un impianto di ventilazione che consente di riscaldare l’aria fredda invernale con quella calda dell’aria esausta.

Il sistema costruttivo delle case consiste in telai di legno, mentre la facciata a sud è completamente vetrata. Le coperture, esposte verso sud, sono interamente ricoperte da pannelli fotovoltaici, con una capacità di generazione di energia elettrica di 445 kWp.

Il quartiere, oltre alle residenze, ospita parcheggi, negozi, uffici… È, inoltre, dotato di ampi spazi aperti e caratterizzato da percorsi interni privi di automobili; in bicicletta, il centro città è raggiungibile in soli 10 minuti e chi tra i suoi abitanti vuole usare l’auto può partecipare al car sharing, che comprende 20 veicoli a disposizione di 20 famiglie e due pulmini elettrici.

Arriva mOOve, la pista ciclabile del futuro

Categories: Tags:

mOOveDa una start up tutta italiana, nasce mOOve, una pista ciclabile prefabbricata, modulare, intelligente e green, realizzata con materiali riciclati, e adatta a qualsiasi tipologia di terreno.

Il progetto ha vinto la seconda edizione di IDEA (Innovation Dream Engineering Award), il concorso dedicato a startupper e innovatori, riservato a progetti imprenditoriali innovativi connessi alle tematiche di smartliving, domotica e biotecnologie da implementare nelle smart cities.

Quello della bici è un tema sempre più centrale per le amministrazioni comunali. Diventa, pertanto, indispensabile dotare le città di piste ciclabili sicure, che incentivino il cittadino a optare per la mobilità leggera.

read more →

Reddito energetico, novità in arrivo

Categories: Tags:
Pannelli fotovoltaici installati su tetto casa
Pannelli fotovoltaici installati su tetto casa

Pannelli fotovoltaici installati su tetto

La Puglia è la prima Regione d’ Italia a dotarsi di una legge per il reddito energetico. Una innovazione sociale particolarmente originale: un fondo pubblico permette l’installazione di moduli fotovoltaici sui tetti delle famiglie meno abbienti che così possono risparmiare sulle forniture elettriche.

Come funziona

La misura prevede l’ accesso a contributi da parte dell’ Ente Locale, in questo caso la Regione , per la realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti delle abitazioni, partendo dalle persone con redditi più bassi.

La misura prevede la concessione di contributi da parte della Regione per l’installazione di impianti fotovoltaici sui tetti delle abitazioni. Si partirà dalle famiglie con i redditi più bassi. L’utente dovrà sottoscriverà una convenzione con il Gse, che ha come mission la promozione dello sviluppo sostenibile e l’utilizzo razionale dell’energia.

Su questi impianti si dovrà attivare la convenzione per lo scambio sul posto in modo da consentire sia di beneficiare dell’ autoconsumo sia del meccanismo premiante dedicato ai piccoli impianti sull’ energia immessa in rete. Quest’ ultimo verrà poi ceduto alla Regione per coprire parte del costo sostenuto.

Al privato rimane tutta l’ energia generata che riesce ad autoconsumare.

“Non solo daremo un sostegno alle famiglie in difficoltà – ha spiegato Trevisi – ma contribuiremo anche ad abbattere le emissioni atmosferiche attraverso il progressivo incremento della produzione d’energia elettrica da fonti rinnovabili”.

read more →

ECO-BONUS: novità detrazioni fiscali

Categories: Tags:

Senza titolo-1L’ eco-bonus previsto per le ristrutturazioni edilizie e per gli interventi di messa in sicurezza sismica della propria abitazione e degli immobili si ampliano ancora e offrono nuove opportunità per usufruire del credito d’imposta maturato con il Fisco.
L’Erario ricorre così allo strumento della cosiddetta cessione del credito (la possibilità di scambiare il diritto al rimborso maturato come sconto fiscale sulle spese sostenute, fra il 65% e l’85%, con le imprese che hanno realizzato i lavori) non solo per agevolare nuovi interventi ordinari, ma in particolare per favorire sempre più la riqualificazione dei grandi immobili, a cominciare dai condomini, particolarmente vetusti e quindi molto energivori, e dai palazzi.
La novità introdotta per questo strumento, la cessione del credito (introdotto nel 2017), riguarda la sua applicazione:
il Fisco ora allarga la possibilità di cessione della detrazione fiscale spettante finora a tutti gli interventi di riqualificazione energetica agevolati, effettuati anche su singole unità immobiliari, anche alle detrazioni per gli interventi antisismici; può inoltre essere ceduto anche a favore del consorzio o della rete di imprese di cui è parte l’azienda che ha realizzato i lavori.
È anche possibile, infine, cedere il proprio credito maturato direttamente alle aziende sub-appaltatrici o alle imprese che hanno fornito i materiali utilizzati per realizzare l’intervento.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/ING-eco.bergamo-2019-1.pdf

Milano4You, riparte il progetto per la prima smart city italiana

Categories: Tags:

maxresdefaultMilano4you, la prima smart city italiana è ormai realtà, e sarà a Segrate, precisamente nel quartiere della Boffalora.

Il concept innovativo coniuga tecnologia digitale, efficienza energetica e progetto architettonico e sarà sviluppato a cura di Vegagest SGR SPA, gestore del fondo Aster proprietario dell’area, RED SRL e Sei Oltre.

Milano4you è un’area di 300 mila metri quadri su cui verrà realizzato uno smart district da circa 90 mila metri quadri, immerso in 80 mila metri quadri di parco.

L’obiettivo è creare la prima città nativa digitale, una vera e propria comunità, un distretto residenziale attivo in tutte le ore della giornata, con benefici in termini di sicurezza, partecipazione ed inclusione sociale.

read more →

Primaria più “green” per gli alunni della Val Taleggio

Categories:

human-3305707_960_7201Nuova vita per le uniche scuole della Valle Taleggio. Dopo circa un anno e mezzo di lavori ieri è stata inaugurata la riqualificazione energetica dello storico edificio di Olda.
<<Si è proceduto a un efficientamento energetico – ha detto il sindaco Alberto Mazzoleni – con la realizzazione di un cappotto interno alle tre aule e ai soffitti e la sostituzione dei sistemi di illuminazione. Inoltre si è riusciti a migliorare la qualità del riscaldamento grazie a una nuova pompa di calore elettrica>>.
Al termine dei lavori si è cosi raggiunto l’obiettivo di riduzione delle prestazioni energetiche dell’80% (ovvero il consumo energetico proveniente da fonti non rinnovabili). Migliorata anche la sicurezza dell’edificio, con realizzazione della scala esterna e della soletta della palestrina.
Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il vicesindaco di Vedeseta Gianluigi Busetti, gli alunni e gli insegnanti della primaria. L’intervento, concluso da poche settimane e che non ha necessitato dell’interruzione delle lezioni, ha avuto un costo complessivo di 270 mila euro, finanziato per 190 mila euro della Regione, 50 mila euro dal Conto termico Gse e 26 mila euro dalla Comunità montana tramite i fondi del Bim: è stato progettato da Gabriele Ghilardi di Treviolo e realizzato dall’impresa Nuova Carminati di San Giovanni bianco. <<Grazie a questo intervento – ha proseguito Mazzoleni – l’edificio, per quanto riguarda il riscaldamento, è passato dalla classe F alla classe A. I consumi saranno ridotti notevolmente e anche le spese conseguenti: si è stimato  che si passerà da 8-10 mila euro annui a circa tremila>>. L’elementare a Olda, che ospita una trentina di bambini, è oggi l’unica scuola rimasta in Valle Taleggio (con l’asilo di Vedeseta). <<Un miglioramento quindi doveroso – ha continuato il sindaco – peraltro realizzato a costo zero per i Comuni. In questo modo si è ottenuta un’ottimizzazione dei consumi e sopratutto una migliore qualità del riscaldamento e beneficio della salute dei ragazzi, il futuro di questa valle>>.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/IMG-20181221-WA0000.jpg

FOTOVOLTAICO IN CASA: IL BONUS 50% È A RISCHIO

Categories:

solar-panels-1794467_960_720Non è una corsa contro il tempo, ma se non si fa più che attenzione e non si provvede a mettersi in regola si rischia di perdere la detrazione fiscale Irpef del 50%.
Non è troppo tardi, ma non c’è tanto da aspettare ancora visto che comunque, proprio perché le nuove disposizioni su come provvedere a questo nuovo adempimento erano attese da almeno un anno, ora la nuova legge di Bilancio precisa tutto. Il nuovo termine per comunicare all’Enea tutti i dati relativi all’intervento eseguito, è stato fissato al 19 febbraio 2019 per mettersi in regola.

Il nuovo adempimento
Sono così chiamati a regolarizzare la propria posizione tutti i proprietari di casa che nel corso del 2018
– a partire dal 1° gennaio e solo se i lavori sono stati ultimati entro il 21 novembre 2018 – nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizi hanno eseguito lavori di risparmio energetico “generici” nel proprio immobile, edificio o appartamento.
Rientra in questo elenco anche l’installazione degli impianti fotovoltaici, intervento che in base agli incentivi fiscali previsti dal pacchetto bonus usufruiscono dello sconto Irpef del 50%. La procedura non riguarda invece le agevolazioni dell’eco-bonus, che invece seguono un’altra procedura.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/ING-eco.bergamo-gennaio-2019.pdf

Fotovoltaico detrazioni Irpef a rischio senza invio all’ENEA della documentazione

Categories: Tags:

fotovoltaicocomunicazioneeneaL’Ing. Gabriele Ghilardi su eco.bergamo parla del fotovoltaico per privati e delle detrazioni Irpef del 50% a rischio per chi non provvede a mettersi in regola con le nuove disposizioni.

Dal 2019 scatteranno i primi invii telematici all’Enea con le informazioni sugli interventi terminati nel 2018 che accedono alle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili.

Non è una corsa contro il tempo, ma se non si fa più che attenzione e non si provvede a mettersi in regola si rischia di perdere la
detrazione fiscale Irpef del 50%.

Non è troppo tardi, ma non c’è tanto da aspettare ancora visto che comunque, proprio perché le nuove disposizioni su come
provvedere a questo nuovo adempimento erano attese da almeno un anno, ora la nuova legge di Bilancio precisa tutto.

Il nuovo termine per comunicare all’Enea tutti i dati relativi all’intervento eseguito, è stato fissato al 19 febbraio 2019 per gli interventi la cui data di fine lavori (collaudo) è compresa tra il 01/01/2018 e l’21/11/2018.

Per tutti gli altri interventi l’invio della documentazione all’Enea deve avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – Dicembre 2018

Detrazioni fiscali ed ecobonus 2019

Categories: Tags:

ecobonus 2019La Legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145, pubblicata sulla G.U. Serie Generale n. 302 del 31 dicembre 2018) ha prorogato al 31 dicembre 2019 le detrazioni al 65% per riqualificazione energetica degli edifici, le detrazioni al 50% per impianti di climatizzazione invernale, per gli interventi di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici.

Inoltre, è stata prorogata per il 2019 la detrazione Irpef del 36% per gli interventi, con valore massimo di Euro 5.000, di sistemazione di giardini e terrazzi (bonus verde).

read more →

ECOBONUS SCONTI FISCALI VERSO LA PROROGA AL 2019

Categories: Tags:

La nuova Manovra conferma tutte le detrazioni fiscali al 50 e al 65% e fino all’85% per i lavori del sisma bonus.

ecobonus2019Ecobonus in leggera frenata anche per il prossimo anno. Dopo una legge di Bilancio che ha ridotto dal 65% al 50% la detrazione
2018 per alcuni interventi di risparmio energetico sulle abitazioni (per esempio, per le spese di installazione degli infissi), il testo della nuova manovra finanziaria per il 2019 – non ancora approvata ha definitivamente dal Parlamento (quindi non è ancora in vigore) – prevede la proroga e la conferma delle stesse misure quasi nelle stesse formule dell’ecobonus già oggi in vigore, anche per l’anno prossimo.

Ecco quindi i contenuti del provvedimento in arrivo nel 2019: per le ristrutturazioni edilizie viene prorogata la detrazione Irpef nella misura del 50%, mantenendo il tetto di spesa massima di 96mila euro.

Resta esclusa dal beneficio la manutenzione ordinaria (che quindi non è agevolata) e così rientra nell’aliquota ordinaria del 36%. Altro dato certo, per ora, è la proroga al 31 dicembre 2019 del bonus per gli interventi di efficientamento energetico, sia di quelli detraibili al 65% che di quelli per i quali già dal 1° gennaio 2018 l’aliquota era scesa dal 65 al 50%:
anche per l’anno prossimo infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione almeno in classe A e caldaie a biomassa, sconteranno quindi un’aliquota di detrazione del 50%.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – Novembre 2018

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi