Press

You Are Here: Home / Archives / Category / Press

ECO-BONUS: novità detrazioni fiscali

Categories: Tags:

Senza titolo-1L’ eco-bonus previsto per le ristrutturazioni edilizie e per gli interventi di messa in sicurezza sismica della propria abitazione e degli immobili si ampliano ancora e offrono nuove opportunità per usufruire del credito d’imposta maturato con il Fisco.
L’Erario ricorre così allo strumento della cosiddetta cessione del credito (la possibilità di scambiare il diritto al rimborso maturato come sconto fiscale sulle spese sostenute, fra il 65% e l’85%, con le imprese che hanno realizzato i lavori) non solo per agevolare nuovi interventi ordinari, ma in particolare per favorire sempre più la riqualificazione dei grandi immobili, a cominciare dai condomini, particolarmente vetusti e quindi molto energivori, e dai palazzi.
La novità introdotta per questo strumento, la cessione del credito (introdotto nel 2017), riguarda la sua applicazione:
il Fisco ora allarga la possibilità di cessione della detrazione fiscale spettante finora a tutti gli interventi di riqualificazione energetica agevolati, effettuati anche su singole unità immobiliari, anche alle detrazioni per gli interventi antisismici; può inoltre essere ceduto anche a favore del consorzio o della rete di imprese di cui è parte l’azienda che ha realizzato i lavori.
È anche possibile, infine, cedere il proprio credito maturato direttamente alle aziende sub-appaltatrici o alle imprese che hanno fornito i materiali utilizzati per realizzare l’intervento.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/ING-eco.bergamo-2019-1.pdf

Primaria più “green” per gli alunni della Val Taleggio

Categories:

human-3305707_960_7201Nuova vita per le uniche scuole della Valle Taleggio. Dopo circa un anno e mezzo di lavori ieri è stata inaugurata la riqualificazione energetica dello storico edificio di Olda.
<<Si è proceduto a un efficientamento energetico – ha detto il sindaco Alberto Mazzoleni – con la realizzazione di un cappotto interno alle tre aule e ai soffitti e la sostituzione dei sistemi di illuminazione. Inoltre si è riusciti a migliorare la qualità del riscaldamento grazie a una nuova pompa di calore elettrica>>.
Al termine dei lavori si è cosi raggiunto l’obiettivo di riduzione delle prestazioni energetiche dell’80% (ovvero il consumo energetico proveniente da fonti non rinnovabili). Migliorata anche la sicurezza dell’edificio, con realizzazione della scala esterna e della soletta della palestrina.
Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il vicesindaco di Vedeseta Gianluigi Busetti, gli alunni e gli insegnanti della primaria. L’intervento, concluso da poche settimane e che non ha necessitato dell’interruzione delle lezioni, ha avuto un costo complessivo di 270 mila euro, finanziato per 190 mila euro della Regione, 50 mila euro dal Conto termico Gse e 26 mila euro dalla Comunità montana tramite i fondi del Bim: è stato progettato da Gabriele Ghilardi di Treviolo e realizzato dall’impresa Nuova Carminati di San Giovanni bianco. <<Grazie a questo intervento – ha proseguito Mazzoleni – l’edificio, per quanto riguarda il riscaldamento, è passato dalla classe F alla classe A. I consumi saranno ridotti notevolmente e anche le spese conseguenti: si è stimato  che si passerà da 8-10 mila euro annui a circa tremila>>. L’elementare a Olda, che ospita una trentina di bambini, è oggi l’unica scuola rimasta in Valle Taleggio (con l’asilo di Vedeseta). <<Un miglioramento quindi doveroso – ha continuato il sindaco – peraltro realizzato a costo zero per i Comuni. In questo modo si è ottenuta un’ottimizzazione dei consumi e sopratutto una migliore qualità del riscaldamento e beneficio della salute dei ragazzi, il futuro di questa valle>>.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/IMG-20181221-WA0000.jpg

FOTOVOLTAICO IN CASA: IL BONUS 50% È A RISCHIO

Categories:

solar-panels-1794467_960_720Non è una corsa contro il tempo, ma se non si fa più che attenzione e non si provvede a mettersi in regola si rischia di perdere la detrazione fiscale Irpef del 50%.
Non è troppo tardi, ma non c’è tanto da aspettare ancora visto che comunque, proprio perché le nuove disposizioni su come provvedere a questo nuovo adempimento erano attese da almeno un anno, ora la nuova legge di Bilancio precisa tutto. Il nuovo termine per comunicare all’Enea tutti i dati relativi all’intervento eseguito, è stato fissato al 19 febbraio 2019 per mettersi in regola.

Il nuovo adempimento
Sono così chiamati a regolarizzare la propria posizione tutti i proprietari di casa che nel corso del 2018
– a partire dal 1° gennaio e solo se i lavori sono stati ultimati entro il 21 novembre 2018 – nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizi hanno eseguito lavori di risparmio energetico “generici” nel proprio immobile, edificio o appartamento.
Rientra in questo elenco anche l’installazione degli impianti fotovoltaici, intervento che in base agli incentivi fiscali previsti dal pacchetto bonus usufruiscono dello sconto Irpef del 50%. La procedura non riguarda invece le agevolazioni dell’eco-bonus, che invece seguono un’altra procedura.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/ING-eco.bergamo-gennaio-2019.pdf

Fotovoltaico detrazioni Irpef a rischio senza invio all’ENEA della documentazione

Categories: Tags:

fotovoltaicocomunicazioneeneaL’Ing. Gabriele Ghilardi su eco.bergamo parla del fotovoltaico per privati e delle detrazioni Irpef del 50% a rischio per chi non provvede a mettersi in regola con le nuove disposizioni.

Dal 2019 scatteranno i primi invii telematici all’Enea con le informazioni sugli interventi terminati nel 2018 che accedono alle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili.

Non è una corsa contro il tempo, ma se non si fa più che attenzione e non si provvede a mettersi in regola si rischia di perdere la
detrazione fiscale Irpef del 50%.

Non è troppo tardi, ma non c’è tanto da aspettare ancora visto che comunque, proprio perché le nuove disposizioni su come
provvedere a questo nuovo adempimento erano attese da almeno un anno, ora la nuova legge di Bilancio precisa tutto.

Il nuovo termine per comunicare all’Enea tutti i dati relativi all’intervento eseguito, è stato fissato al 19 febbraio 2019 per gli interventi la cui data di fine lavori (collaudo) è compresa tra il 01/01/2018 e l’21/11/2018.

Per tutti gli altri interventi l’invio della documentazione all’Enea deve avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – Dicembre 2018

ECOBONUS SCONTI FISCALI VERSO LA PROROGA AL 2019

Categories: Tags:

La nuova Manovra conferma tutte le detrazioni fiscali al 50 e al 65% e fino all’85% per i lavori del sisma bonus.

ecobonus2019Ecobonus in leggera frenata anche per il prossimo anno. Dopo una legge di Bilancio che ha ridotto dal 65% al 50% la detrazione
2018 per alcuni interventi di risparmio energetico sulle abitazioni (per esempio, per le spese di installazione degli infissi), il testo della nuova manovra finanziaria per il 2019 – non ancora approvata ha definitivamente dal Parlamento (quindi non è ancora in vigore) – prevede la proroga e la conferma delle stesse misure quasi nelle stesse formule dell’ecobonus già oggi in vigore, anche per l’anno prossimo.

Ecco quindi i contenuti del provvedimento in arrivo nel 2019: per le ristrutturazioni edilizie viene prorogata la detrazione Irpef nella misura del 50%, mantenendo il tetto di spesa massima di 96mila euro.

Resta esclusa dal beneficio la manutenzione ordinaria (che quindi non è agevolata) e così rientra nell’aliquota ordinaria del 36%. Altro dato certo, per ora, è la proroga al 31 dicembre 2019 del bonus per gli interventi di efficientamento energetico, sia di quelli detraibili al 65% che di quelli per i quali già dal 1° gennaio 2018 l’aliquota era scesa dal 65 al 50%:
anche per l’anno prossimo infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione almeno in classe A e caldaie a biomassa, sconteranno quindi un’aliquota di detrazione del 50%.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – Novembre 2018

 

 

L’ENERGIA VERDE TROVA INCENTIVI PER L’IMPRESA

Categories: Tags:

Pronto il decreto con le agevolazioni per il fotovoltaico. Tariffe premianti per chi bonifica tetti con eternit.

incentivifotovoltaicoNuova ventata di incentivi per gli impianti destinati a produrre energia da fonti rinnovabili, come eolico e fotovoltaico in particolare. Il decreto è pronto. Entrerà in vigore nei prossimi mesi, comunque a breve.

Si tratta di un provvedimento che sembra completare il quadro di incentivi e detrazioni per le rinnovabili elettriche e, proprio perché questo incentivo è riservato a impianti superiori ai 20 kWp di potenza, va ad affiancarsi alle detrazioni fiscali fino al 65% delle spese previste nella famiglia degli eco-bonus per l’efficientamento energetico.

Ma subito ecco l’ulteriore interessante novità per gli impianti fotovoltaici: il bonus amianto.

Gli incentivi in questo caso vengono previsti nel caso di installazione dei moduli fotovoltaici «in sostituzione di coperture di edifici su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto ». Con la specifica che la superficie dei pannelli non può essere superiore a quella della copertura rimossa.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – Ottobre 2018

Troppo ritardo nel far crescere il benessere

Categories: Tags:
Fonte Irena 2017

Fonte Irena 2018

Un miglioramento si avrebbe se il ricorso alle energie rinnovabili aumentasse di sei volte entro il 2050.

Siamo in ritardo. E anche di molto. Il passaggio da energia da fonti fossili a energia da fonti rinnovabili non sembra un passaggio così lineare. Basta guardare i singoli piani nazionali presentati fino ad oggi: il bilancio del ciclo del carbonio legato all’energia andrebbe ad esaurirsi in meno di 20 anni, con scenari energetici che continuerebbero ad essere dominati dalle fonti fossili. Una vanificazione di risorse e investimenti.
Eppure l’accordo di Parigi firmato nel 2015 era stato categorico nell’indicare il percorso di responsabilità e nel chiamare in causa ogni Stato e perfino ciascuno di noi, privato cittadino, a contribuire alla riduzione delle emissioni cumulative di CO2 in atmosfera. L’obiettivo era contenere  entro i due gradi centigradi il riscaldamento globale con scelte industriali coerenti, con un efficientamento energetico costante, il ricorso a energia da fonti rinnovabili, comportamenti e stili di vita meno energivori, ma compatibili con quegli obiettivi. read more →

Progettare il sole d’impresa

Categories: Tags:

centro commerciale areseLE FONTI ALTERNATIVE  – LA NATURA ENERGIA

La natura è anche ingegneria. E diventa modello d’impresa quando si trasforma in arte della progettazione, in tecnica applicata all’ambiente, quando trova un riscontro reale nel campo energetico, nelle fonti alternative, nell’energia verde.

È una passione che in 25 anni di attività ha permesso alla Ing di Treviolo, guidata dal presidente Gabriele Ghilardi, di focalizzarsi
in dieci discipline specialistiche.

IL mercato dell’energia è cambiato molto in questi anni. E oggi sul mercato con un modello nuovo di business nel campo dell’ambiente e dell’efficientamento energetico in settori come l’acqua, l’energia, l’edilizia, le infrastrutture. read more →

CENTRO COMMERCIALE DI ARESE vincitore del Mapic Award 2016 come “miglior nuovo shopping center” al mondo

Categories:

“Il Centro” di Arese, in provincia di Milano, si aggiudica a Cannes il Mapic Award 2016, per design innovativo e biodiversità.

Grandissima soddisfazione per  la nostra società ING Srl, che si è occupata di rendere in gran parte autonomo a livello energetico l’intero centro.

In dettaglio abbiamo curato la realizzazione di due impianti: una centrale termica a metano di 4 megawatt per la produzione di energia elettrica e il condizionamento estivo ed invernale ed impianto fotovoltaico da 1,4 megawatt installato su tutta la copertura del complesso per la generazione di energia. read more →

Il Fotovoltaico resta il Sole più conveniente

Categories:

fotovoltaicoL’Ing. Gabriele Ghilardi spiega in un’intervista rilasciata all’Eco di Bergamo perchè oggi conviene ancora installare un impianto fotovoltaico.

Tutti i trucchi e incentivi per beneficiare dell’installazione di un impianto che riduce i consumi elettrici della propria abitazione con il massimo rispetto dell’ambiente.

Per info contattate i nostri consulenti che saranno lieti di dimostrare la massima serietà e professionalità al fine di valutare l’impianto ideale per la vostra casa e la vostra Azienda!

In allegato l’articolo dell’Eco di Bergamo, con l’intervento dell’Ing. Gabriele Ghilardi, presidente della ING.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi