ING informa

You Are Here: Home / Archives / Category / ING informa

Costruzioni in paglia: metodologie costruttive

Categories: Tags:

Le costruzioni in paglia si dividono sostanzialmente in due tipi, sistemi con paglia portante e sistemi con paglia non portante.

Costruzioni in paglia: sistemi con paglia portante

Costruzioni in paglia portanteNei muri costruiti con la tecnica autoportante, le balle di paglia trasmettono direttamente il peso del tetto e dei solai alle fondazioni senza aver bisogno di altri supporti strutturali.

Un difetto fondamentale delle costruzioni portanti in balle di paglia è costituito dal fatto che il tetto può essere montato solo dopo l’innalzamento delle pareti, con maggiore dipendenza in fase di cantiere dalle condizioni climatiche.

read more →

Il materiale paglia per un’architettura sostenibile

Categories: Tags:

Il materiale paglia

Il materiale paglia
Si definisce paglia il prodotto agricolo costituito dai culmi di alcuni vegetali alla fine della maturazione, ovvero lo stelo della pianta morta da cui sono stati tolti fiori, foglie e semi.

I culmi di alcuni vegetali vengono raccolti ed i loro steli imballati nei caratteristici blocchi rettangolari o noti come “balle”. Le più comuni sono ottenute da paglia di grano tenero, grano duro, orzo, avena, riso, miglio, segale e farro, cioè da tutti quei cereali (ma anche da canapa e lino) coltivati in maniera estensiva e in quasi tutte le parti del mondo.

I tipi di paglia più adatti alla produzione di balle da costruzione sono quelle di grano e riso, più stabili rispetto alla paglia di orzo e avena. La paglia di riso ha un alto contenuto di silice che la rende molto resistente agli agenti atmosferici ma, allo stesso tempo, un po’ più dura da imballare e manipolare rispetto agli altri tipi di paglia.

read more →

Coronavirus e inquinamento atmosferico: calano i livelli medi di NO2

Categories: Tags:

Coronavirus_inquinamentoL’Italia sta vivendo uno stato di eccezione senza precedenti, siamo chiamati ad affrontare una crisi sanitaria che, per la sua gravità, è diventata anche una crisi sociale ed economica tra le più gravi di sempre.

A seguito delle misure introdotte dal Governo per l’emergenza Coronavirus, con le attività produttive e gli spostamenti che rallentano, si è ridotto in maniera significativa uno dei principali inquinanti dell’atmosfera, l’ NO2 biossido di azoto.

I dati relativi ai livelli medi di NO2 mostrano, infatti, un significativo calo in tutte le principali città italiane, dovuto alle drastiche misure di contenimento.

Il traffico stradale in Italia sta concedendo alle città una pausa dai consueti alti livelli di smog. I veicoli circolanti per le città si contano ormai sulle dita di una mano e, stando ai dati diffusi pochi giorni fa, anche il traffico autostradale si è ridotto notevolmente.

read more →

Costruzioni in paglia: vantaggi e origini

Categories: Tags:

costruzioni in pagliaLe costruzioni in paglia consentono di ottenere edifici a energia quasi zero e di rendere reale il concetto di abitare sostenibile, secondo la logica per cui non c’è energia più pulita di quella mai consumata.

Costruzioni in paglia: il materiale

La paglia è l’insieme degli steli dei cereali essiccati alla fine della maturazione della pianta. È considerata un sottoprodotto dell’agricoltura, perché è ciò che rimane dai cereali dopo la trebbiatura, una volta che la granella è stata raccolta.

La paglia è una risorsa rinnovabile naturale che cresce grazie alla fotosintesi utilizzando energia solare, acqua e sottraendo CO2 dall’aria. Ha una composizione chimica simile a quella del legno, è formata da cellulosa, lignina e silice e possiede una pelle idrorepellente cerata. Per questo motivo, come il legno, si decompone lentamente.

Normalmente viene lasciata sul campo, raccolta, compressa da macchine imballatrici in ballette o in rotoballe e quindi trasportata e impiegata per molteplici scopi. Se la raccolta non risulta conveniente, viene invece reinterrata e usata come fertilizzante per il terreno. Si tratta quindi di un prodotto di scarto dell’agricoltura.

I principali cereali a paglia sono il grano tenero, grano duro, orzo, avena, riso, miglio, segale e farro. Ad uso edile si preferiscono le ballette del grano e del riso.

read more →

Rinnovabili, parte la rivoluzione degli impianti in condivisione

Categories: Tags:

comunitaenergeticheAnche in Italia potranno nascere a breve le comunità energetiche. Gruppi di cittadini, condomini dello stesso palazzo, commercianti o piccoli imprenditori dello stesso distretto potranno affrontare insieme la spesa di un impianto per la produzione di energia rinnovabile, come ad esempio un impianto fotovoltaico o eolico, e dividere tra loro l’energia così prodotta.

Energia che potrà essere autoconsumata istantaneamente o immagazzinata per essere utilizzata quando necessario. In questo modo si apre la strada per progetti locali di impianti solari in autoproduzione, ma anche per scambiare localmente l’energia in eccesso, con riduzione di sprechi e vantaggi tanto ambientali quanto economici per imprese, famiglie e comunità.

Gli impianti per la produzione di energia rinnovabile dovranno avere una potenza complessiva non superiore a 200 kW ed entrare in esercizio dopo l’entrata in vigore della legge di conversione del decreto Milleproroghe 2020 ed entro i sessanta giorni successivi all’entrata in vigore del provvedimento che recepisce la direttiva (UE) 2018/2001.

read more →

Efficienza Energetica impianti elettrici | norma CEI 64-8 Parte 8-1

Categories: Tags:

Esecuzione di un progetto di impianto elettrico mettendo in risalto l’efficienza energetica

efficienza energetica impianti elettriciLa nuova Norma CEI 64-8 Parte 8-1 “impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua – parte 8-1: Efficienza energetica degli impianti elettrici” tratta gli accorgimenti e le raccomandazioni necessarie all’esecuzione di un progetto di impianto elettrico, mettendo in risalto l’efficienza energetica.

L’obiettivo è quello di ottenere la migliore qualità del servizio con il minor consumo di energia possibile, sia per nuovi edifici che per la ristrutturazione e riqualificazione energetica di edifici esistenti.

A cosa serve la norma CEI 64-8 Parte 8-1?

La norma CEI 64-8 Parte 8-1 si inserisce nell’ambito del contenimento dei consumi energetici nella progettazione di nuovi edifici e nella ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici esistenti.

La Norma fornisce consigli e raccomandazioni per ottimizzare la progettazione di un impianto elettrico, mettendo in risalto l’efficienza energetica, allo scopo di ottenere il miglior servizio permanente che assicuri il più basso consumo di energia elettrica nelle condizioni di disponibilità di energia e di equilibrio economico più accettabili.

read more →

Architettura sostenibile: costruire in armonia con l’ambiente

Categories: Tags:

Il concetto di architettura sostenibile o bioedilizia

architetturasostenibileIl concetto di architettura sostenibile, o bioedilizia, può essere considerato come una modalità di approccio al mondo delle costruzioni che ha l’obiettivo di realizzare un’architettura compatibile non solo con la vita dell’uomo e le sue attività, ma anche con l’ambiente naturale ed il contesto in cui si inserisce.

Le conseguenze dell’attività edilizia sull’ambiente in termini di sfruttamento delle risorse naturali ed emissioni di gas a effetto serra sono oggi insostenibili e richiedono un adeguamento del modello produttivo nella direzione di un minor impatto sulle risorse non rinnovabili.

Con la bioedilizia l’impatto delle costruzioni sulla salute delle persone e sull’ambiente viene ridotto il più possibile, attraverso l’utilizzo di materiali naturali e di tecniche costruttive a basso impatto energetico ed ambientale, e grazie all’impiego di fonti di energia rinnovabile per il riscaldamento e il raffrescamento, come l’energia solare per l’acqua calda, il fotovoltaico, le biomasse ed il geotermico.

Architettura sostenibile: i principi fondamentali

read more →

In Italia oltre un terzo dell’energia elettrica è rinnovabile

Categories: Tags:

eolicoIl sistema elettrico italiano sta evolvendo molto rapidamente in vista del raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ed efficienza energetica.

Per quanto riguarda gli impegni nel settore delle rinnovabili, l’Italia intende perseguire un obiettivo di copertura, nel 2030, del 30% del consumo finale lordo di energia da fonti rinnovabili, puntando a una crescita sostenibile di tali fonti e garantendo la loro piena integrazione nel sistema energetico.

Il numero e la tipologia di impianti da fonti rinnovabili sono in continuo aumento e vengono monitorati grazie al sistema Gaudi, una piattaforma sviluppata da Terna, che raccoglie i dati anagrafici di tutti gli impianti di produzione di energia elettrica.

Essere presenti sul portale Gaudi è indispensabile per effettuare l’allacciamento di un impianto di produzione alla rete.

read more →

Edilizia scolastica, dal 2020 bandi per un miliardo di euro

Categories:

scuolaNel 2020 il Miur bandirà gare per la messa in sicurezza delle scuole per un valore di un miliardo di euro. Lo ha annunciato il Ministro Lorenzo Fioramonti durante la riunione dell’Osservatorio nazionale per l’Edilizia scolastica.

Come spiegato dal Ministro, non si tratta di nuove risorse stanziate ex novo, ma di economie di gara registrate dal Miur nell’ambito degli interventi realizzati con i finanziamenti per l’edilizia scolastica. Le risorse saranno erogate con assegnazione diretta, con bandi che saranno pubblicati dal prossimo anno.

L’Ing. Ghilardi di ING srl ha rilasciato un’intervista all’Eco di Bergamo:

“I dettagli di questi nuovi contributi, spiega l’Ing Ghilardi all’Eco di Bergamo, si conosceranno nelle prossime settimane, ma è possibile ipotizzare che questi fondi possano essere impiegati anche per l’efficientamento energetico e per la riqualificazione energetica degli edifici. L’adeguamento degli impianti sarà con ogni probabilità una delle opportunità concesse dal Ministro e sicruramente una bella occasione per i Comuni per migliorare le proprie scuole.”

>>> Leggi l’articolo completo >>>

Ecobonus 2020: detrazione 65% e 50% per l’efficienza energetica

Categories: Tags:

ecobonus2020La Legge di Bilancio 2020 conferma il Bonus Ristrutturazione, l’Ecobonus e il Bonus Mobili per il 2020, con le stesse aliquote e caratteristiche.
Viene introdotto anche il bonus facciate, con un recupero fiscale addirittura del 90%.

Ecobonus 50% e 65%

È stata prorogata di un altro anno la detrazione per gli interventi di efficienza energetica al 50% o 65%, da suddividere in 10 quote annuali.

Continueranno a fruire della detrazione del 50% le finestre, le schermature solari, le caldaie a condensazione in classe A e gli impianti a biomassa, e della detrazione del 65% la riqualificazione energetica globale, i lavori sull’involucro, i pannelli solari per la produzione di acqua calda, le caldaie a condensazione in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti, gli scaldacqua a pompa di calore, i micro-cogeneratori.

Per gli interventi di coibentazione effettuati in condominio c’è una maggiorazione del bonus che può arrivare fino al 75% a seconda del miglioramento della prestazione energetica.

read more →