Ecobonus

You Are Here: Home / Archives / Tag / Ecobonus

Ecobonus e Sismabonus al 110% nel decreto Rilancio

Categories:

ecobonus 110%Il decreto Rilancio del Governo contente le misure per far fronte all’emergenza economica indotta dalla pandemia Coronavirus, dovrebbe contenere l’ecobonus e sismabonus al 110%, riguardante i lavori volti al risparmio energetico e alla riduzione del rischio sismico.

Ad oggi la detrazione prevista dall’Ecobonus recuperabile in 10 anni, è pari al 65% sugli interventi relativi alla coibentazione tecnica degli edifici, alla sostituzione di una vecchia caldaia con una nuova a condensazione o con pompa di calore. Per gli altri tipi di lavori, il bonus scende al 50%.

Con il decreto Rilancio, l’aliquota di detrazione dovrebbe salire al 110% e si potrà applicare a tutti gli interventi di riqualificazione energetica.

La detrazione fiscale si potrà recuperare in 5 rate annuali di pari importo. In pratica una spesa di 10.000 euro darebbe un vantaggio fiscale di 2.200 euro all’anno per 5 anni.

In alternativa ci sarà la possibilità di cedere il credito fiscale all’impresa che svolge i lavori, con uno sconto in fattura del 100 per cento della spesa che quindi permette di realizzare opere a costo zero.

L’impresa a sua volta può cederlo a una banca o altra impresa o ottenere il beneficio attraverso ad esempio una compensazione nei versamenti fiscali o scontarlo.

Il bonus sarà utilizzabile per lavori svolti nella prima casa dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Oltre ai lavori già previsti per l’ecobonus, dovrebbero essere coperti dall’incentivo anche il fotovoltaico e l’acquisto di accumulatori e colonnine di ricarica per auto elettriche.

Analoghe novità sono previste per il sismabonus, l’agevolazione fiscale per i lavori volti a migliorare la classe sismica dell’edificio.

Attualmente la detrazione è spalmata in 5 anni ed è pari al 70% se la classe sismica migliora di un punto e al  75% se si guadagnano due classi. Nel caso in cui gli interventi riguardino le parti comuni dei condomini si sale rispettivamente all’80% (se si guadagna una classe) e all’85% (se il miglioramento è di due).

Con il decreto Rilancio per qualsiasi intervento che incrementerà la classe sismica degli edifici si potrà usufruire di una detrazione fiscale pari al 110%.

Bonus facciate 2020

Categories: Tags:

Buongiorno, potete darmi qualche chiarimento su modalità e adempimenti necessari per ottenere le agevolazioni previste per il bonus facciate?

Di seguito i principali adempimenti per usufruire dell’agevolazione fiscale prevista dal bonus facciate, introdotto dalla legge di bilancio 2020:

  • obbligo di effettuare il pagamento con bonifico bancario o postale
  • invio all’Enea, entro 90 giorni dal termine dei lavori, di una scheda descrittiva, solo per gli interventi influenti dal punto di vista termico o che interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio
  • comunicazione preventiva all’Asl di competenza, se prevista dalla normativa sulla sicurezza dei cantieri
  • indicazione in dichiarazione dei redditi dei dati catastali identificativi dell’immobile.

Occorre, inoltre, conservare i documenti inerenti gli interventi realizzati, quali fatture, ricevute bonifico, abilitazioni amministrative, delibera assembleare e tabella millesimale per i lavori condominiali …

Abrogazione sconto in fattura per ecobonus

Categories: Tags:

Buongiorno, ho da poco effettuato un intervento di riqualificazione energetica per la mia abitazione. È ancora possibile chiedere lo sconto in fattura?

Dal 1 gennaio 2020 è stato abrogato lo sconto in fattura dell’ecobonus e sismabonus. La possibilità di fruire dello sconto rimarrà senza limitazioni per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2019. In questo caso la relativa comunicazione dovrà effettuata entro il 28 febbraio 2020.
La Legge di Bilancio 2020 (Legge n. 160/2019) ha invece confermato lo sconto in fattura, per interventi di ristrutturazione per le parti comuni di edifici condominiali di importo pari o superiori a 200.00 euro.

Ecobonus 2020: detrazione 65% e 50% per l’efficienza energetica

Categories: Tags:

ecobonus2020La Legge di Bilancio 2020 conferma il Bonus Ristrutturazione, l’Ecobonus e il Bonus Mobili per il 2020, con le stesse aliquote e caratteristiche.
Viene introdotto anche il bonus facciate, con un recupero fiscale addirittura del 90%.

Ecobonus 50% e 65%

È stata prorogata di un altro anno la detrazione per gli interventi di efficienza energetica al 50% o 65%, da suddividere in 10 quote annuali.

Continueranno a fruire della detrazione del 50% le finestre, le schermature solari, le caldaie a condensazione in classe A e gli impianti a biomassa, e della detrazione del 65% la riqualificazione energetica globale, i lavori sull’involucro, i pannelli solari per la produzione di acqua calda, le caldaie a condensazione in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti, gli scaldacqua a pompa di calore, i micro-cogeneratori.

Per gli interventi di coibentazione effettuati in condominio c’è una maggiorazione del bonus che può arrivare fino al 75% a seconda del miglioramento della prestazione energetica.

read more →

ECO-BONUS: novità detrazioni fiscali

Categories:

Senza titolo-1L’ eco-bonus previsto per le ristrutturazioni edilizie e per gli interventi di messa in sicurezza sismica della propria abitazione e degli immobili si ampliano ancora e offrono nuove opportunità per usufruire del credito d’imposta maturato con il Fisco.
L’Erario ricorre così allo strumento della cosiddetta cessione del credito (la possibilità di scambiare il diritto al rimborso maturato come sconto fiscale sulle spese sostenute, fra il 65% e l’85%, con le imprese che hanno realizzato i lavori) non solo per agevolare nuovi interventi ordinari, ma in particolare per favorire sempre più la riqualificazione dei grandi immobili, a cominciare dai condomini, particolarmente vetusti e quindi molto energivori, e dai palazzi.
La novità introdotta per questo strumento, la cessione del credito (introdotto nel 2017), riguarda la sua applicazione:
il Fisco ora allarga la possibilità di cessione della detrazione fiscale spettante finora a tutti gli interventi di riqualificazione energetica agevolati, effettuati anche su singole unità immobiliari, anche alle detrazioni per gli interventi antisismici; può inoltre essere ceduto anche a favore del consorzio o della rete di imprese di cui è parte l’azienda che ha realizzato i lavori.
È anche possibile, infine, cedere il proprio credito maturato direttamente alle aziende sub-appaltatrici o alle imprese che hanno fornito i materiali utilizzati per realizzare l’intervento.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – https://www.ingsrl.it/wp-content/uploads/2019/05/ING-eco.bergamo-2019-1.pdf

Detrazioni fiscali ed ecobonus 2019

Categories: Tags:

ecobonus 2019La Legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145, pubblicata sulla G.U. Serie Generale n. 302 del 31 dicembre 2018) ha prorogato al 31 dicembre 2019 le detrazioni al 65% per riqualificazione energetica degli edifici, le detrazioni al 50% per impianti di climatizzazione invernale, per gli interventi di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici.

Inoltre, è stata prorogata per il 2019 la detrazione Irpef del 36% per gli interventi, con valore massimo di Euro 5.000, di sistemazione di giardini e terrazzi (bonus verde).

read more →

Ecobonus: intestatario scheda Enea diverso da quello del bonifico

Categories:

Buongiorno,
mi sono accorto di aver indicato sulla scheda infromativa inviata all’ENEA il nome di mia moglie, ma poi ho eseguito io i pagamenti. A chi spetta la detrazione?

Nel caso in cui non vi sia coincidenza tra il nominativi riportati nella scheda informativa e l’intestazione del bonifico o della fattura, può beneficiare della detrazione il soggetto che ha effettivamente sostenuto la spesa.

A tal fine, è necessario che i documenti di spesa siano appositamente integrati con il nominativo del soggetto che ha effettuato la spesa e con la segnalazione della relativa percentuale di sostenimento.

Le integrazioni devono essere effettuate fin dal primo anno di fruizione del beneficio.
Non è possibile variare nei periodi d’imposta successivi, la ripartizione della spesa sostenuta.

ECOBONUS SCONTI FISCALI VERSO LA PROROGA AL 2019

Categories: Tags:

La nuova Manovra conferma tutte le detrazioni fiscali al 50 e al 65% e fino all’85% per i lavori del sisma bonus.

ecobonus2019Ecobonus in leggera frenata anche per il prossimo anno. Dopo una legge di Bilancio che ha ridotto dal 65% al 50% la detrazione
2018 per alcuni interventi di risparmio energetico sulle abitazioni (per esempio, per le spese di installazione degli infissi), il testo della nuova manovra finanziaria per il 2019 – non ancora approvata ha definitivamente dal Parlamento (quindi non è ancora in vigore) – prevede la proroga e la conferma delle stesse misure quasi nelle stesse formule dell’ecobonus già oggi in vigore, anche per l’anno prossimo.

Ecco quindi i contenuti del provvedimento in arrivo nel 2019: per le ristrutturazioni edilizie viene prorogata la detrazione Irpef nella misura del 50%, mantenendo il tetto di spesa massima di 96mila euro.

Resta esclusa dal beneficio la manutenzione ordinaria (che quindi non è agevolata) e così rientra nell’aliquota ordinaria del 36%. Altro dato certo, per ora, è la proroga al 31 dicembre 2019 del bonus per gli interventi di efficientamento energetico, sia di quelli detraibili al 65% che di quelli per i quali già dal 1° gennaio 2018 l’aliquota era scesa dal 65 al 50%:
anche per l’anno prossimo infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione almeno in classe A e caldaie a biomassa, sconteranno quindi un’aliquota di detrazione del 50%.

Per approfondire consulta l’articolo completo pubblicato su eco.bergamo – Novembre 2018

 

 

CASA? CONVIENE!: la guida del Mef alle detrazioni sui lavori e bonus fiscali

Categories: Tags:

guida del Mef alle detrazioni CASA? CONVIENE!, è la guida realizzata dal MEF, Ministero dell’economia e delle Finanze, per promuovere la massima diffusione delle informazioni sui bonus e i fondi pubblici per la casa previsti dalla legge.

La legge di Bilancio 2018 ha riconfermato le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione, di riqualificazione energetica degli edifici (Ecobonus) e di messa in sicurezza degli immobili (Sisma bonus).

Tra le novità la detrazione Irpef per la sistemazione a verde di aree scoperte private e di parti comuni esterne di edifici condominiali (Bonus verde) e la detrazione per chi esegue congiuntamente interventi di riqualificazione energetica e di prevenzione antisismica.

Oltre ai bonus fiscali, sono previsti altri strumenti agevolativi: grazie ai Fondi pubblici è più facile ottenere un mutuo (con le garanzie statali per metà dell’importo ) o sospendere il pagamento delle rate nel caso di una temporanea difficoltà economica (accedendo al Fondo Mef di solidarietà).

Ecobonus cessione del credito ai fornitori

Categories: Tags:

Ho sentito che c’è la possibilità di cedere la detrazione fiscale, nel caso io non abbia (o abbia limitatamente) la possibilità di utilizzarla?

Esiste questa possibilità, i beneficiari dell’Ecobonus possono optare per la cessione del credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati, quali persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti, ma non alle banche o agli intermediari finanziari.

I contribuenti cosiddetti “incapienti” (per i quali l’imposta lorda è assorbita dalle detrazioni per redditi previste dal TUIR) possono cedere le detrazioni anche alle banche e agli intermediari finanziari.

Per saperne di più
www.agenziaentrate.gov.it
www.acs.enea.it